Page:BLMM 1060 02.djvu/25

From GATE
This page has not been proofread


della vita di Giuseppe Giusto, legendo quel libro lagrimavo, mi pareva che io fui carcerato come fu quel Giuseppe Giusto, et in questo tempo mi padre mi pare che fu consigliato di tenermi nelle delitie mondane, così fece, mi comprò due belli boschi di olive, et molte vigne, et un bellissimo giardino il quale si chiama pietra dell’allegrezza e mi conduceva seco spesse volte a spasso per tenermi in quelle delitieper farmi scordare di quello mio desiderio, però tutte quelle cose mi servirono per tormento, non per delitie, il mio pensiero non fu altro fuorché come io ho d’affare per andare ocntavo i giorni e l’hore diq uest’anno che mi promesse il mio padre però io per dare disgusto a mio padre et la mia madre cercavo di andare alla guerra, che era