Page:APUG 2300 B2.djvu/82

From GATE
This page has not been proofread

E intanto viene avanti l'ufficiale a portargli un telegramma preparato, ed io cerco di allontanarmi al più presto.
Nella notte dovrebbe arrivare Maddalena col suo idroplano. E' partito da Vadsø alle 18. Vado a dormire vestito per trovarmi pronto all'arrivo.

17 giugno Domenica
L'idrovolante non è arrivato, e più tardi sento che ha trovato nebbia ed è tornato indietro. Da "Italia" niente.
Alle 11 celebro la S. Messa a poppa. Vengono i marinai in pieno assetto, ma sono pochi. C'è anche la guardia armata con baionetta. Dico due parole sul buon Pastore.
Nel pomeriggio andiamo a New London [1] dove sono istallati gli ufficiali che fanno le misure magnetiche e gravimetriche [2]. Vogliono che io resti a pranzo con loro e mi trattengo fino alle 23 quando la motobarca torna a bordo.

18 giugno Lunedì

Quando vado in quadrante a prendere il caffè sento che nella notte si è avuta una lunga comunicazione con "Italia". I feriti vanno migliorando. La deriva ha portato il ghiaccio a 5 miglia dall'isola di

  1. New London o London, a circa 4 km di fronte alla King's Bay, nell'allora Blomstrandhalvøya (halvøya, penisola in norvegese, ovvero Penisola di Blomstrand). Perchè solo negli Anni '50 del secolo scorso col disgelo artico si è capito trattarsi di un'isola. Mantiene nelle attuale carte lo stesso nome.
  2. Squadra al comando del professore di geofisica dell'Istituto Idrografico della Marina Marino Tenani, composta dai tenenti di vascello Mariano Jannucci, Ernesto Pellegrini, Paolo Picella e Carlo Felice Albini.
This page contains the following annotations: