Page:APUG 2300 B2.djvu/25

From GATE
This page has not been proofread

Oceano glaciale

Verso le 14 arriviamo all'altezza del Capo Sud dello Spitzberg, ma passiamo a 45 miglia ad Ovest e non si può veder terra. E poi il cielo è coperto. Tutto il giorno il cielo è stato così. Solo qualche volta si è intravisto il Sole tra le nebbie, e verso il mezzogiorno ho determinato l'altezza.
Non si è visto niente ghiaccio.
Il vento da stamane è andato girando ed ora soffia in poppa sicchè accresce la nostra velocità, ma seguita a girare.
Verso le 18 comincia il mare e un rollio non indifferente. Qualche onda viene a risciacquare il nostro finestrino.
Verso le 11 (23) vado a dormire ma c'è qualche cosa che sbatte fortemente e mi decido a rialzarmi per andare a chiudere o a fermare. Ma allo scendere di letto vedo le onde illuminate dal Sole.
Nel corridoio passa un marinaio che dice al "piantone" - "C'è un sole fòra!". E difatti il cielo si è schiarito e al Nord splende il sole. Salgo sul ponte con la macchina fotografica, bisogna fotografare questa prima mezzanotte di sole.
Sul ponte fa freddo, lungo gli alberi dalla parte del vento il vapore si agghiaccia. Il sole è alto quattro o cinque gradi, il cielo è sereno eccetto all'orizzonte.

This page contains the following annotations: