Page:APUG 2300 B2.djvu/16

From GATE
This page has not been proofread

la mano. Non posso rifiutarmi ed è stata una buona ispirazione dell'Angelo Custode che io abbia subito domandato la sua Benedizione prima che Egli potesse fare questo atto di umiltà.
Mi fa accompagnare alla stazione da un vecchio sacerdote - il parroco.
Alla stazione ritrovo i miei colleghi di viaggio. Prendiamo posto in un vagone letto e dopo aver completato le mie cose spirituali, alle 12.30 vado a dormire.

14 - sabato
Alle 5.3/4 mi alzo. Magnifico paesaggio montagnoso tutto coperto di neve con singolari effetti di luce. Fa freddo e sui vetri del vagone si gela il vapore acqueo.
Il sole ha dei riflessi abbaglianti. Da qualche orlo di montagna che copre di poco il sole si vedono effetti di diffrazione (?)- Fuori la temperatura è di -6°.
In una stazione troviamo caffè e latte caldo e sandwich.
Poi si scende e si ritrova una campagna tipo olandese e a poco a poco non si trova più neve a mano a mano che ci avviciniamo a Bergen.

Bergen
Arriviamo a Bergen alle 10.45. Alla stazione si può parlare inglese anche con i facchini. Andiamo al

This page contains the following annotations: