Page:APUG 2300 B2.djvu/113

From GATE
This page has not been proofread

verso il Capo Nord. Questa in sostanza è una buona notizia, anche perchè se fosse venuto qui si sarebbero sollevate varie difficoltà per il comando, e per le persone che vorrebbero andare col Krassin. Anche il Generale vorrebbe andare, ma egli per di più è con la febbre.
Gli aviatori pare che decidano di partire stasera. Dicono che per l'idroplano finlandese che ha i pattini è meglio arrivare nelle ore più fredde. Speriamo.
La serata è passata e nessuno è partito.
Il Krassin ha dato le sue coordinate 80° 18' (N), 16° (E). Procede tra il ghiaccio di tre metri di spessore. Anche attraverso questo ghiaccio pare che proceda a 4 miglia l'ora.[1]

Luglio
1° Domenica V p. Pent." Preziosissimo Sangue di N.S.G.C.
Messa alle 11 a poppa con l'equipaggio - Amor del prossimo - sofferenze.
Gli aviatori non sono partiti neppure questa notte, ma alle dieci i tre grandi sono partiti per ricognizione del dirigibile. Dopo due ore sappiamo che hanno trovato nebbia all'altezza del Capo Leigh Smith [2] e non hanno potuto fare nessuna esplorazione.

A prima mattina i nostri della tenda avevano telegrafato che la visibilità era ottima - Così si è perduto un viaggio da aver costato una settimana di tempo. Non so se si decideranno ad un

  1. Da rimarcare, qui appare evidente: il rompighiaccio russo Krassin era l'unico mezzo marittimo in grado di avventurarsi fin nei pressi dei naufraghi, oppure più a Nord nella ricerca dei dispersi.
  2. Kapp Leigh Smith, a nord dell'Isola Nordaustlandet, ovvero Terra di Nord-Est, la seconda più estesa isola delle Svalbard.
This page contains the following annotations: