Page:EBC 1615 02 14 1538.pdf/1

From GATE
Revision as of 18:53, 6 February 2019 by Andrea Ianniello (talk | contribs)
This page has not been proofread

Ill.ri et M.to Rev. Signori. Per risposta della lettera delle SS.VV. devo dirgli che il Sig.or Vicario di costì è stato chiamato quà per informattione dela indulgenza, che i Padri Giesuiti promulgarono nel giorno del B. Ignazio, e non dal S.to Offitio, dal quale non solo non è stato molestato, ma ne anco ci è comparso, et però quelli che hanno sparsa questa voce, bisogna che siano nemici ò maligni[1]. Et alle SS.VV. mi offero et raccomando. Di Roma il di 14 febraro 1615.
Delle SS. VV. Ill.ri et M.to Rev.
per fargli servitio
Il Card.le Bellarmino
SS.ri Can.ci di Montep,no

All'Ill.ri et M.to Rev. SS.ri li SS.ri Canonici di Montepulciano

  1. A sin. della parola "Montepulciano" c'è una sorta di scala, un disegno geomentrico o altro, probabilmente solo uno di quei disegnetti che si vedono su varie carte.