Page:EBC 1599 03 0012.pdf/1

From GATE
Revision as of 12:17, 6 May 2020 by ArchivesPUG (talk | contribs) (top: added Template:TurnPage, replaced: <references/> → <references/> {{TurnPage}})
(diff) ← Older revision | Latest revision (diff) | Newer revision → (diff)
This page has been validated

Nel rilegger la lettera di V. S. Ill.ma mi sono accorto, come ho tralasciato il capo di consultarla per l'offitio difficillissimo impostogli, e nuove fatiche. Il Signore vi governa, o candidissimo Signore, et ottimo cardinale; né farà cosa alcuna, che gli manchi. Non gli mancherà quel vigore, et alacrità, che è necessaria per sostenere si gran negotio. Niente manca, come essa sa, a chi teme Iddio, dalla cui misericordia, e non giamai a bastanza lodata clemenza ci si concederà come dobbiamo sperare, e desiderare, che si come ha voluto, che siamo nel sacro collegio de' cardinali colleghi, così nella celeste patria insieme siamo per godere della sua beatissima visione.