Page:EBC 1599 03 27 0026.pdf/1

From GATE
This page has been validated

Molto illustre Signor fratello hon.
Creschi la putta, nata a V. S. per dar gloria al suo creatore, et consolatione a suoi genitori, così prego il Signore che s'adempischi. Scrivo a chi lei m'accenna nella sua de' 21,[1] et alle mie lettere intenderanno, ch'io non ho mancato in quest'officio. Credo haver satisfatto al desiderio del Signore Cavaliere Pucci, et di V. S. intorno al figlio del Sozini, che sta qui, nel collegio Romano. Saluto caramente la Signora cognata, et le prego da Dio, insieme con lei, ogni vero bene. Di Roma li 27 di Marzo 1599.
Di V. S. molto illustre Amor. fratello per servirla
il Card. Bellarmino
---page break---

Al molto Ill.re Sig.re frello hon. Il S.or Thomasso Bellarmino. Montepulciano

  1. Reference to a letter not collected in EBC.
This page contains the following annotations: