Page:APUG 2300 B2.djvu/139

From GATE
This page has not been proofread

facciamo. Nel vagone c'è una carta geografica, e il keller [1] danese parlando un miscuglio di danese, tedesco e inglese mi mostra la via che facciamo.
Prendiamo i giornali che possiamo avere. Il Generale Nobile ogni tanto mi chiama per tradurli qualche articolo che parla della spedizione. E' venuta anche la relazione della visita di Zappi alla madre di Malmgren, ed è soddisfacente. [2]

C'è anche un giornaletto di Berlino con una caricatura in cui siamo rappresentati come cannibali [3]. Ci ridiamo, ma è una crudeltà acerba. [4]

  1. Inserviente.
  2. Doverosa e rispettosa visita dell'unico superstite abile alla mamma del compagno deceduto. Finn Malmgren era benvoluto da tutti, in particolar modo dal generale Nobile che, dopo il volo del Norge del 1926, lo volle come meteorologo a bordo anche dell'Italia nel 1928.
    Da ricordare come nel viaggio di andata e di avvicinamento alle Svalbard, nei pressi di Oslo, Nobile fece "deviare" il dirigibile sopra la casa di Malmgren, in modo da consentirgli di lanciare un inedito quanto simbolico messaggio scritto alla madre. Da ricordare inoltre le palesate simpatie di Malmgren per l'Italia, in cui avrebbe voluto trasferirvisi nell'imminenza delle progettate nozze e l'assoluta sua fedeltà verso il generale Nobile.
  3. Riferimento atroce alla morte di Malmgren che appare comunque non direttamente attinente al disegno riportato in questa pagina.
  4. "Malmgren's schicksal", ovvero "il destino di Malmgren". Questa vignetta che probabilmente il sacerdote ha copiato da un giornale straniero ci confonde in quanto viene disegnato un treno con delle inferriate alle finestre, una folla trattenuta ed una didascalia avulsa dal contesto ed a tutto ciò non sappiamo dare un significato compiuto.
    Lasciamo al Lettore ogni possibile eventuale interpretazione.
This page contains the following annotations: