Page:APUG 2300 B2.djvu/137

From GATE
This page has not been proofread

lo vedevamo. In ogni piccola valletta tra quegli mondi rocciosi sono distribuite quattro o cinque casette in legno e intorno graziosi parchi.

26 luglio Giovedì. S. Anna
Non ho opportunità di dir Messa neppure stamattina. Ormai credo che non la dirò che a Roma.
Verso le sette suona il "posto di manovra". Siamo a Narvik. Accostiamo alla banchina. Viene l'addetto navale italiano. E' pronto il vagone per noi.

Ore 21
Siamo in treno. Siamo saliti alle 18 su un vagone letto che era pronto per noi avanti il pontile. Sono qui Nobile, Zappi, Viglieri, Trojani, Cecioni, Behounek, Biagi, poi c'è la sorella di Behounek [1], il fratello di Biagi [2], Baccarani, il fratello di Nobile [3], Pedretti.
Per mangiare scendiamo in una stazione dove c'è mezz'ora di fermata. E siccome Lundborg ha preavvisato, vi troviamo molta gente ad attenderci, con fotografi e cinematografi.

27 luglio Venerdì
Viaggio attraverso la Svezia. C'è sempre gente nelle stazioni e attendono Lundborg e noi.

28 luglio Sabato

Zappi è andato a Stoccolma. Gli aviatori svedesi sono scesi. Si viaggia attraverso la Svezia tutto il giorno. Nelle stazioni sempre gente - sempre meglio disposti

  1. Anna Behounek
  2. Alfredo Biagi
  3. prof. Amedeo Nobile
This page contains the following annotations: