Page:EBC 1619 04 25 2103.pdf/2

From GATE
Revision as of 16:04, 27 June 2019 by ArchivesPUG (talk | contribs) (Not proofread: Created page with "25 avril 1619.Zach.da Saluzzo � Bell.(cont�n.) 4603 /pi� che, se non evidentemente, almeno sufficientemente dalla Scrit tura si pu� didurre l'institutione sacrament...")
(diff) ← Older revision | Latest revision (diff) | Newer revision → (diff)
This page has not been proofread


25 avril 1619.Zach.da Saluzzo � Bell.(cont�n.)

4603

/pi� che, se non evidentemente, almeno sufficientemente dalla Scrit

tura si pu� didurre l'institutione sacramentale di tutti gli ordi

ni, come alcuni padri et theologi l'hanno didutta.

2� Non capisco come l'institutione sacramentale del Diaconato

jTet gli altri ordini inferiori non derivino dalla traditione apos tolica; poich� negl'Atti degl'Apostoli al 6 capo si descrive l'or-

dinatione de diaconi con l'impositione delle mani et altre attie

ni che dinotano sacramento; et S.Paolo, Philipp.1, congionge i

Diaconi co'i Vescovi; et quasi tutti i padri. Pontefici et conci-

,^lii senza differenza attribuiscono l'ordinatione sacramentale (co

me pare) tanto alli diaconi et altri ordini inferiori come al sa

cerdote. Et cos� pare che la Chiesa sempre babbi tenuto come tra-

d�tione apostolica insieme con tutti gli antichi theologi et il

Pontificale romano. /y* 3 �. poich� tutte le conditioni necessarie ad un sacramento c

concorrono in qualsi voglia ordine, cio� il segno visibile, la pro

missione della gratia et l'institutione divina cavata sufficiente-

mente dalle Scritture, pare che non se le possa negare l'institu

tione sacramentale. 40 et � la maggior difficolt� di tutte. Percioche mi pare che

la Chiesa babbi determinato espressamente che tutti gli ordini sia

no sacramenti. Prima nel concilio di Fiorenza, dove se definisce

che l'Ordine � sacramento, et discendendo poi il concilio a cias

cuno ordine in particolare, a quelli distintamente assegna la ma-

.^Tteria et la forma la quale nen si suole assegnare ecetto a sacra

menti. Poi nel concilio di Trento, il quale,alla sess.23 al capo 2 �, prima distingue sette ordini, li quali tutti riduce sotto un^ istessa ordinazione, dipoi nel 3 � capo dice che in essa ordinatio-

ne si conferisce la gratia, intendo ex opere operato, la qual non

J ^ s i d� se non ne sacramenti; et cos� distende la gratia sacramenta

le a tutti gli ordini; come prima fece il concilio Calcedonense al

can.2. Finalmente mi pare che con due canoni diffinisca espressa-