Difference between revisions of "Page:EBC 1617 07 13 1880.pdf/1"

From GATE
(Proofread)
 
Page body (to be transcluded):Page body (to be transcluded):
Line 1: Line 1:
 
Ill.mo et R.mo Sig.r Patron mio oss.mo<lb/>
 
Ill.mo et R.mo Sig.r Patron mio oss.mo<lb/>
Rendo a V.S. Ill.ma infinite grafie per quelle che s'è degnata di farmi nel particolare di D.Beatrice Barone, et gia che per le difficoltà che si sono insorte, non s'è potuto colpire essorterò alle monache quel che V.S. Ill.ma mi fa grafia di scrivere, restandole io in tanto sopra modo obligatissima della volontà ch'ha havuta di favorirmi. Il S.r Cardinale Gaetano b.m.ae fu servito ottenerme licenza dal Papa di posserme confessare da Capuccini, et perche fu
+
Rendo a V.S. Ill.ma infinite grafie per quelle che s'è degnata di farmi nel particolare di D. Beatrice Barone, et gia che per le difficoltà che si sono insorte, non s'è potuto colpire essorterò alle monache quel che V.S. Ill.ma mi fa grafia di scrivere, restandole io in tanto sopra modo obligatissima della volontà ch'ha havuta di favorirmi. Il S.r Cardinale Caetano b.m.ae fu servito ottenerme licenza dal Papa di posserme confessare da Capuccini, et perche fu
 
per me sola et a tempo, et io la desidero per sempre, et per me, per il Duca et Duchessa miei Padri, miei figli,et certe altre Signore che tengo in casa, supplico V.S. Ill.ma co'l maggior affetto che posso a restar servita d'intercederme questa gratia da S.Beatitudine, ch'io la ricevero per singolarissima, et ne restarò con obligo in
 
per me sola et a tempo, et io la desidero per sempre, et per me, per il Duca et Duchessa miei Padri, miei figli,et certe altre Signore che tengo in casa, supplico V.S. Ill.ma co'l maggior affetto che posso a restar servita d'intercederme questa gratia da S.Beatitudine, ch'io la ricevero per singolarissima, et ne restarò con obligo in
 
finito a V.S. Ill.ma, alla quale bacio per fine le mani, et priego da N.S. le grandezze maggiori. Da Conver.sano 13 luglio 1617.<lb/>
 
finito a V.S. Ill.ma, alla quale bacio per fine le mani, et priego da N.S. le grandezze maggiori. Da Conver.sano 13 luglio 1617.<lb/>

Latest revision as of 12:15, 12 November 2019

This page has been proofread


Ill.mo et R.mo Sig.r Patron mio oss.mo
Rendo a V.S. Ill.ma infinite grafie per quelle che s'è degnata di farmi nel particolare di D. Beatrice Barone, et gia che per le difficoltà che si sono insorte, non s'è potuto colpire essorterò alle monache quel che V.S. Ill.ma mi fa grafia di scrivere, restandole io in tanto sopra modo obligatissima della volontà ch'ha havuta di favorirmi. Il S.r Cardinale Caetano b.m.ae fu servito ottenerme licenza dal Papa di posserme confessare da Capuccini, et perche fu per me sola et a tempo, et io la desidero per sempre, et per me, per il Duca et Duchessa miei Padri, miei figli,et certe altre Signore che tengo in casa, supplico V.S. Ill.ma co'l maggior affetto che posso a restar servita d'intercederme questa gratia da S.Beatitudine, ch'io la ricevero per singolarissima, et ne restarò con obligo in finito a V.S. Ill.ma, alla quale bacio per fine le mani, et priego da N.S. le grandezze maggiori. Da Conver.sano 13 luglio 1617.
Di V.S. Ill.ma et R.ma Aff.ma serva
La Duchessa delle Noci.
S.r Card.le Belarmino.
---page break---
Si risponda, che ho parlato à N.S. intorno alla licenza di confessarsi con li Padri Capucini, et ho fatto la debita instanza per ricevere la grafia. La S.tà sua dice, che questa licenza non si da mai, se non è tempo; et di piu dice, che si contenta che la licenza vaglia per V.E. et li suoi figli, et padre et madre, et non per altri; et questo con conditione che piacesca al P.Procuratore Generale de Capucini, il quale si è contentato, et ha fatto l'incluse licenze.