Page:EBC 1616 05 26 1705.pdf/1

From GATE
This page has been proofread

Noi Roberto Card.le Bellarmino, havendo inteso, che il Sig.or Galileo Galilei sia calunniato, ò imputato di havere abjurato in mano nostra la dottrina del Copernico circa la mobilità della terra, et immobilità del sole, et anco di esser stato perciò penitentiato di penitenza salutare; et essendo ricercati della verità, diciamo, che il suddetto Sig.or Galileo non ha abjurato in mano nostra, ne d'altri che noi sappiamo, la dottrina del Copernico, [en marge:] quà in Roma, ne in altro luogo che noi sappiamo, alcuna sua opinione, ò dottrina , ne meno ha riceuto penitenza salutare, ne d'altra sorte: mà solo gl'è stata denunciata la dichiaratione fatta da N.S. et publicata dalla sacra congregatione dell'Indice, nella quale si contiene, che la dottrina, attribuita al Copernico, che la terra si muove intorno al sole; et che il sole sia nel centro del mondo senza muoversi da oriente ad occidente, sia contraria alle sacre Scritture, et però non si possa defendere, ne tenere, et in fede di ciò habbiamo scritta, et sottoscritta la presente di nostra propria mano. Questo di 26.di maggio 1616.
Idem qui supra, Roberto Card.le Bellarmino.

This page contains the following annotations: