Difference between revisions of "Page:EBC 1616 03 30 1688.pdf/1"

From GATE
(Not proofread: Created page with "Category:EBC_Lovison_Not proofread Category:EBC_Letters Category:EBC_Pages <!-- PLEASE START TRANSCRIPTION UNDER THIS LINE. DO NOT EDIT PREVIOUS LINES! --> ! Rome...")
 
Page body (to be transcluded):Page body (to be transcluded):
Line 4: Line 4:
 
<!-- PLEASE START TRANSCRIPTION UNDER THIS LINE. DO NOT EDIT PREVIOUS LINES!  -->
 
<!-- PLEASE START TRANSCRIPTION UNDER THIS LINE. DO NOT EDIT PREVIOUS LINES!  -->
 
!
 
!
Rome,30mars 1616. Bellarmin au recteur du Coll�ge Germanique.^^^8
+
Rome,30mars 1616. Bellarmin au recteur du Collège Germanique.1688
/ Molto R/do Padre, E nenuto qua una persona, che voleva da me una lettera al Vescovo di Sinigaglia � ci� sopradedesse in essequire non so che mandato di Monsig/or Torello, et che io gli des se un'altro giudice. Ho detto, che volevo parlar prima con la R.V. ^Tessendo questa lite appartenente al collegio Germanico. Esso ris ponde, che qui non ci interesse del collegio, ma di due sorelle cugine, che litigano fra se, et al collegio non importa chi di lo ro venca: et di piu mi ha detto, che Monsig/or Cellese gl'ha dettoo, che io posso et devo dare questa soprasessoria. Tuttavia non vog/^lio far niente, se prima io non sappia il parere di V.R. Per� gli piacer� � scrivermi qualche cosa, mandar qua alcuno,che mi par li, et bisogner� subito doppo desinare, che io habbia la risposta, perche costui fa instanza di haver la lettera questa sera. Ora pr� me. Di casa li 30. di marzo I6l6.
+
Molto R/do Padre, E venuto qua una persona, che voleva da me una lettera al Vescovo di Sinigaglia à ciò sopradedesse in essequire non so che mandato di Monsig/or Torello, et che io gli desse un'altro giudice. Ho detto, che volevo parlar prima con la R.V. essendo questa lite appartenente al collegio Germanico. Esso risponde, che qui non ci è interesse del collegio, ma di due sorelle cugine, che litigano fra se, et al collegio non importa chi di loro venca: et di piu mi ha detto, che Monsig/or Cellese gl'ha dettoo, che io posso et devo dare questa soprasessoria. Tuttavia non voglio far niente, se prima io non sappia il parere di V.R. Però gli piacerà ò scrivermi qualche cosa, ò mandar qua alcuno,che mi parli, et bisognerà subito doppo desinare, che io habbia la risposta, perche costui fa instanza di haver la lettera questa sera. Ora pro me. Di casa li 30. di marzo I6l6.
Di V.R. servo in X�
+
Di V.R. servo in X
Roberto Card/le Bellarmino. (adresse):
+
Roberto Card/le Bellarmino.  
 +
(adresse):
 
Al m/to Rdo P. il P.Rettore del Collegio Germanico.
 
Al m/to Rdo P. il P.Rettore del Collegio Germanico.
/^Rome,Colleg.German. Arch.Romae n.LV fol.146. Autogr. cachet
+
Rome,Colleg.German. Arch.Romae n.LV fol.146. Autogr. cachet

Revision as of 23:37, 15 February 2019

This page has not been proofread

! Rome,30mars 1616. Bellarmin au recteur du Collège Germanique.1688

Molto R/do Padre, E venuto qua una persona, che voleva da me una lettera al Vescovo di Sinigaglia à ciò sopradedesse in essequire non so che mandato di Monsig/or Torello, et che io gli desse un'altro giudice. Ho detto, che volevo parlar prima con la R.V. essendo questa lite appartenente al collegio Germanico. Esso risponde, che qui non ci è interesse del collegio, ma di due sorelle cugine, che litigano fra se, et al collegio non importa chi di loro venca: et di piu mi ha detto, che Monsig/or Cellese gl'ha dettoo, che io posso et devo dare questa soprasessoria. Tuttavia non voglio far niente, se prima io non sappia il parere di V.R. Però gli piacerà ò scrivermi qualche cosa, ò mandar qua alcuno,che mi parli, et bisognerà subito doppo desinare, che io habbia la risposta, perche costui fa instanza di haver la lettera questa sera. Ora pro me. Di casa li 30. di marzo I6l6.

Di V.R. servo in X Roberto Card/le Bellarmino. (adresse): Al m/to Rdo P. il P.Rettore del Collegio Germanico. Rome,Colleg.German. Arch.Romae n.LV fol.146. Autogr. cachet