Page:EBC 1616 02 06 1671.pdf/1

From GATE
Revision as of 11:27, 12 February 2019 by Chiara-Tanzi (talk | contribs) (Proofread)
This page has been proofread

Hò ancor'io havuto cara la promotione dell'Abbate nostro nipote, non solo accio esso habbia occasione di esercitarsi nel servitio di Dio, ma ancora per tenere di V.S. doppo la mia morte quella cura che conviene, il che mi assicuro che farà, come mi hà promesso più volte se bene ancor'io non hò mancato provederla di qualche aiuto doppo la mia morte, come l'Abbate sà, etc.
Di Roma alli 6 di febraro 1616.