Page:EBC 1612 11 12 2612.pdf/1

From GATE
Revision as of 11:30, 5 July 2019 by ArchivesPUG (talk | contribs) (Not proofread: Created page with "Roma,12 novembr.16l2. Bellarmin en faveur de Jac.Bruno. 1232bis Giacomo Frund di Colonnella d'Apruzzo dioc.della Ripa supplica V. Sta si degni concederlo grazia, che come alu...")
(diff) ← Older revision | Latest revision (diff) | Newer revision → (diff)
This page has not been proofread


Roma,12 novembr.16l2. Bellarmin en faveur de Jac.Bruno. 1232bis

Giacomo Frund di Colonnella d'Apruzzo dioc.della Ripa supplica V. Sta si degni concederlo grazia, che come alunno,eh-'� stato del Col= legio Capranico, non sia astretto ad essere ecclesiastico, ne � ri= fare le spese, ne ad altro obligo,c'h� secondo l'istituto di quel Collegio. Spera ottenerla, si per la benignit� di V.S.ta, come per concorrervii che esso sup/nte � senza padre,senza madre,senza fra= telli, et ha tre sorelle grandi zitelle, et redotto a povertq tale, che le sorelle vivono di grano di spica raccolta da una donna di ca= sa, � forzato per� guadagnarsi il pane, con quella maggior pr�stezza che pu�. V.Sta concesse questa gratta ad esso sup/nte quattri anni sono con condizione, quando vi fosse il consenso di Signori Guardia= ni; quali risposero,che tale grazia et dispensa non � solito si con= cedere mentre l'alunno vole sdguitare li studii in detto Collegio, ma dopo,ch'� fuori dall'istesso Collegio. Hora esso sup/nte � fuori del detto Collegio per haver finiti li studii di filosofia, con ha= verla difesa publicamente nel medisimo luogo con sodisfattione; quan= do V.Sta dii l'istessa autorit�^ di dispensare,che diede l'altra volta alli Signori Guardiani presenti, spera consenteranno � favorir= lo per essere signori di molta piet�, et per essere solito consenti= re a simili dispensa. Questo favore,come quello,del quale depende dritto l'aiuto di ca= sa sua l'obliga � pregare la D.Maest� ne renda largo premio in cielo.

Die 12 Novembris 1612 Facto verbo cum Sanctissimo, Stas S.concessit, ut liceat Dominis Custodibus collegii Capranici,si ita eis videbitur, dispensare cum oratore, ut possit esse liber ab ogligatione assumendi statum cleri= calem et ut non teneatur restituere expensas ipsi collegio; atque hoc vivae vocis oraculo Stas sua mihi infrascripto dixit. R. Cardinalis Bellarminus, manu propria

Verso:

Memoriale S/mo D.N. pr� ( etc. )

7^ Alla Sta di N.S. per Giacopo Bruno etc.