Difference between revisions of "Page:APUG 2801.djvu/267"

From GATE
(Not proofread: Created page with "")
 
 
Page body (to be transcluded):Page body (to be transcluded):
Line 1: Line 1:
 
+
[...]<lb/>
 +
Alli 8 [febbraio] lunedì penultimo di carnevale si rappresentò la tragedia del ''Crispo'' voltata italiana, si stampò il scenario e fu dedicato da Ludovoco Pallavicino al cardinale [https://it.wikipedia.org/wiki/Juan_de_Lugo di Lugo], quale vi fu presente con il cardinale [https://it.wikipedia.org/wiki/Francesco_Barberini_(cardinale_1623) Francesco Barberino] e cardinale [https://it.wikipedia.org/wiki/Virginio_Orsini_(cardinale) Orsino], oltre il principe di Gallicano, et altri molti prelati. Riuscì assai bene e fu recitato da varii diversi camerati, li cui nomi si leggono nel libretto stampato con l'argomento e scenario.<lb/>
 +
Alli 9 ultimo di carnevale fu rappresentata un’attione italiana dalla camera di San Paolo opera del padre Giovanni Battista Oliviero. Fu comedia assai morale e festosa con ché si finì il carnevale che passò assai quieto contro l’opinione, per esser in tempo di guerra. In Roma anco si fece il carnevale solito con li corsi de pali con molta quiete per le diligenze fatte da monsignor [http://www.treccani.it/enciclopedia/giovanni-girolamo-lomellini_(Dizionario-Biografico)/ Lomellino] governatore di Roma che si <unclear>farebbe</unclear> in questo tempo, e nell’altri come si dirà.<lb/>
 +
[...]

Latest revision as of 16:55, 14 March 2020

This page has not been proofread


[...]
Alli 8 [febbraio] lunedì penultimo di carnevale si rappresentò la tragedia del Crispo voltata italiana, si stampò il scenario e fu dedicato da Ludovoco Pallavicino al cardinale di Lugo, quale vi fu presente con il cardinale Francesco Barberino e cardinale Orsino, oltre il principe di Gallicano, et altri molti prelati. Riuscì assai bene e fu recitato da varii diversi camerati, li cui nomi si leggono nel libretto stampato con l'argomento e scenario.
Alli 9 ultimo di carnevale fu rappresentata un’attione italiana dalla camera di San Paolo opera del padre Giovanni Battista Oliviero. Fu comedia assai morale e festosa con ché si finì il carnevale che passò assai quieto contro l’opinione, per esser in tempo di guerra. In Roma anco si fece il carnevale solito con li corsi de pali con molta quiete per le diligenze fatte da monsignor Lomellino governatore di Roma che si farebbe in questo tempo, e nell’altri come si dirà.
[...]