AKC 1656 APUG561 291

From GATE
Revision as of 15:40, 31 March 2017 by Aristofane08 (talk | contribs)

Molto Reverendo Pater in Christo
Pax Christi
L'ultima lettera di Vostra Reverenza, benché tutta affumata, e mezza abbruggiata, mi ha recata grande allegrezza, per la buona nuova della salute e contentezza di Vostra Reverenza; come all'incontro la triste novella di Lorenzo nostro scrittore mi rincresce, benché dall'altra parte mi consoli, perché, come scrive, una peste ha cacciato un'altra. Adesso non so che mala nuova si racconta, che il Collegio Romano sia serrato. Non posso esprimere con parole, quanto sia sollecito per la salute di Vostra Reverenza, se questo è vero. Prego per amore di Gesù Cristo, che subito mi dia ragguaglio del suo stato. Io in questo mentre non lascerò di pregare Iddio, e sua benedetta Madre per lei. Spero che avrà avuto la mia lettera con le due Dedicatorie. Il signor Wallerdorff, Canonico di Treveri, saluta assai Vostra Reverenza, e il Padre Koler. Dice, che non ha visto L'Edipo presso l'Arcivescovo, e crede che non l'abbia avuto, ma che un altro alle cui mani è venuto, l'abbia tenuto per sé. Soggiunge, che se fosse capitato a sé, che l'avrebbe tenuto ancora per sé, senza dare parte a sua Eminenza, perché questa non è amica di Libri. Mi ha promesso di informarmi del tutto, ritornando a Treveri. E perché credo, che lo stesso si abbia fatto con quello dell'Arcivescovo di Colonia, scriverò al suo Confessore, per averne informazione. O se Vostra Reverenza volesse e potesse impiegare per mio e suo servizio, uno o due giorni, e farmi un abbozzo, e breve descrizione della sua Galleria, significandomi brevemente le cose più riguardevoli, massimamente le nuove fatte dopo la mia partenza, delineandole ruditer e obiter. Vorrei descrivere a lungo ogni cosa, e farla stampare, con bellissime figure di rame, prima separatamente, e dopo nella mia Magia Universale Naturae et Artis. Certamente sarebbe una cosa grata a tutti, e onorevole per Vostra Reverenza. Aspetto la risposta e i fogli della Musurgia domandati già più volte. Ho fatto venire da Augusta l'Edipo difettoso, ma in esso mancano gli ultimi tre fogli dell'indice del terzo tomo, i quali mancano anche, tra altri, nel mio: sicché di due non posso fare uno. Vostra Reverenza mi potrebbe mandare detti tre ultimi fogli in diverse lettere cioè in una lettera uno, in un'altra un altro. Con che mi raccomando ai santi sacrifici di Vostra Reverenza, e la prego di volermi rispondere subito.
Herbipoli 21. d'ottobre 1656.
Di Vostra Reverenza
servo nel Signore
Gaspare Schott