Page:EBC 1616 10 27 1753.pdf/2

From GATE
This page has been proofread


Con questa occasione mi aricordo servitore di V.S. Ill.ma et la supplico à conservarmi la gratia sua, stimata da me sopra ogni altra cosa; et reverentemente gli bacio le mani.
Di Napoli li 27 di ottobre 1616.
Di V.S. Ill.ma et Rev.ma
Servitore devotiss.mo humiliss.mo et obblig.mo
Girolamo Lunadoro.
Sig.r Card. Ill.mo Bellarminio.
---page break---
Autograph draft reply on fol. 199v:
Si risponda che ho riceuto la sua, et la ringrazio della buona voluntà di guarire il Vescovo mio nipote: ma io non posso credere che guarisca. La ricetta di V.S. non la sapra nessuno per boca mia; ma V.S. mi dia licenza che io non ci creda, se non ci è altro che quello.

This page contains the following annotations: