Page:EBC 1613 02 23 1271.pdf/1

From GATE
This page has been proofread

Molto ill.re sig.or cugino. Alla lettera di V. S. non ho che dire, se non che mio fratello mi ha promesso di aspettar due anni à dar marito alla sua figliola: et cosi farà, se non vole darmi disgusto, et anco esso haverne. Però consiglio à V. S. di aspettar due anni à dar moglie al Sig.or Francesco Maria, se pure in questo mezo non gli si rappresentasse un partito molto migliore, il quale non si potesse ragionevolmente lassare. Fra due anni molte cose possano occorrere, et V. S. può esser secura che io ho molto maggiore inclinatione ai Sig.or Francesco Maria, che al Sig.or Francesco. Ho udito quanto mi ha detto il Sig.or Marcello del progresso della lite, et ne spero bene. Con questo gli prego da Dio ogni bene. Di Roma li 23 di Febraro 1613.
Di V. S. m.to ill.re
Cugino aff.mo per servirla
Il Card.le Bellarmino.

This page contains the following annotations: